Non uccidere, esperimento riuscito?

Miriam Leone in Non uccidere

Stasera Raidue trasmetterà in prima serata due nuovi episodi della seconda serie di Non uccidere, la fiction ideata da Claudio Corbucci con Miriam Leone nei panni dell’ispettore della Mobile di Torino Valeria Ferro.

I primi due episodi, andati in onda lunedì 12 giugno non hanno raggiunto i risultati sperati. Questo il commento relativo agli ascolti pubblicato da primaonline:

“Non Uccidere 2’, la serie che è tornata su Rai2 dopo una prima stagione deludente su Rai3. Il prodotto Freemantle non ha fatto un risultato all’altezza delle attese: 1,255 milioni di spettatori ed il 5,73%. La storia con Miriam Leone protagonista è in target e in tono con il resto delle serie semi-noir della rete guidata da Ilaria Dallatana, ma ‘Rocco Schiavone’ e ‘La Porta Rossa‘ sono apparsi precedenti irraggiungibili”

Caustico anche il giudizio di Aldo Grasso sul Corriere della sera:

“…è più interessante come processo (riferendosi al fatto che, prima volta nella storia della tv italiana,  tutte le puntate della nuova serie siano state anticipate on demand da RaiPlay) che come prodotto… La Leone dovrebbe però rilasciare meno interviste e lavorare un po’ di più sui suoi personaggi”

Ho dichiarato che non farò il critico e non intendo infrangere la promessa, ma un paio di considerazioni credo siano opportune. Ritengo che questa serie noir sia una delle migliori fiction degli ultimi anni. Mi piacciono le atmosfere, le luci, perfino i dialoghi un po’ biascicati. Mi piace Torino fotografata così e mi piace tantissimo Miriam Leone.

Detto questo, l’aspetto più interessante per me è rappresentato dall’esperimento di RaiPlay. I dati ufficiali parlano di un milione di visualizzazioni in una settimana. Mi piacerebbe approfondire. Quanti hanno visto per intero tutti i nuovi episodi? Esiste un profilo degli utenti? Quanti anni hanno? Dove vivono? Hanno usato il pc, il telefonino o il tablet? Sono più maschi o femmine? Avevano già seguito su Raitre la prima serie?

Magari nei prossimi giorni cercherò qualcuno in Rai disposto a fornire queste informazioni, ammesso che le abbiano. Intanto, questa sera andrò a cena con mia figlia e nei prossimi giorni guarderò on demand la puntata che non posso seguire in tv.

Andrea Fontana